Ciambelline al vino bianco e olio

Le ciambelline al vino sono dei biscottini tipici del centro Italia. Ne esistono tantissime varianti : si possono infatti preparare con il vino bianco, quello rosso, o addirittura dolce (pure passito, come Vin santo o Aleatico). Sono tipiche dell’Umbria, ma si trovano anche nel Lazio e pure in Toscana.

Il secondo ingrediente principale di questi dolcetti è l’olio : al bando strutto e burro, ma non se ne sentirà la mancanza.

Quello che caratterizza maggiormente questi biscotti è il tipo di lievito, che in questo caso è ammoniaca per dolci, che conferisce una piacevolissima consistenza e croccantezza. L’aroma di ammoniaca si sprigiona in fase di cottura, ma diventerà un lontano ricordo, una volta che si saranno raffreddate le ciambelline.

Ingredienti  :

  • 200 gr. farina 00
  • 50 gr. fecola di patate
  • 80 gr. zucchero semolato
  • 20 gr. di olio e.v.o.
  • 40 gr olio di semi di mais
  • 70 gr. vino bianco secco
  • 1/2 cucchiaino di ammoniaca per dolci
  • un pizzico di sale
  • vaniglia in polvere
  • zucchero semolato per spolverare le ciambelline

 

PROCEDIMENTO

Ciambelline al vino bianco e olio
1
Bottiglia da olio con beccuccio salvagoccia
2
Teglia da forno universale allungabile
3
Coni di carta per fritti
4
Teiera in ceramica grigia da 4 tazze
5
Guanto da forno in cotone

Setacciare la farina e la fecola in una boule. Aggiungere lo zucchero, il sale, l’ammoniaca per dolci e mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere.

Fare una conca al centro e versarvi gli oli e il vino. Iniziare ad amalgamare utilizzando inizialmente una forchetta e poi usare le mani, impastando velocemente, sino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgere con pellicola trasparente e far riposare per 2 ore a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo, prendere un pezzo di pasta per volta, rotolarlo sotto le mani su di un’asse, in modo da ottenere un rotolino di impasto spesso circa 1 cm.
Tagliare dei pezzi lunghi 7 cm.. Stenderli ancora un po’ se l’impasto tende a ritirarsi e richiuderli, facendo combaciare le due estremità.
Passare le ciambelline da un solo lato nello zucchero semolato e disporle su una teglia ricoperta con carta forno, con la parte zuccherata vero l’alto.

Ad impasto terminato, cospargere i biscottini con un’ulteriore spolverata di zucchero semolato e cuocere in forno caldo a 180° statico per una ventina di minuti.
Sfornare (dovono essere leggermente dorate) e far raffreddare su una gratella.

Una volta raffreddate, conservare le ciambelline in un contenitore a chiusura ermetica, per preservarle dall’umidità.

 

Lascia un commento