Cosa mettere nella calza della befana?

L’epifania che tutte le feste si porta via, ma che una dolce consolazione lascia: la calza della befana. Siamo tutti cresciuti con questo detto, tramandato di generazione in generazione, proprio come il tradizionale festeggiamento della Befana, che vanta antiche origini pagane e sembra legato ad ancestrali riti inerenti al solstizio d’inverno.

L’epifania nella storia

Fin dall’antica Roma, vigeva l’usanza di addobbare le case con delle calze, proprio perché erano presenti nelle dimore di tutti, ricchi o poveri che fossero i loro abitanti. Una festa decisamente popolare e legata a una forte tradizione.

Che è nata da leggende che sono state richiamate anche con il successivo culto cristiano.

Narra infatti una leggenda che i Magi chiesero informazioni a un’anziana e povera signora che inizialmente negò loro il suo aiuto. Pentendosene successivamente, la donna iniziò a donare dolci a tutte le case abitate da bambini nel suo paese, nella speranza di regalare dei dolciumi a Gesù.

Gli abitanti decisero così di rispondere alla sua generosità donandole a sua scelta calze o scarpe o, in alternativa, di riempirle lei stessa di dolci.

Queste antiche storie, narrate di padre in figlio, sono arrivate sino a noi, che abbiamo pensato di ricordarle, adattandole al nostro mondo. Quello della cucina, che amiamo e che ci appartiene maggiormente.

La nostra epifania : le idee per decidere cosa mettere nella calza della Befana

La tradizione della calza della befana si è così trasformata nel guantone della befana.

Un divertente guanto da cucina non colmo di carbone, ma dei dolcetti più golosi che amiamo, perfetto per regalare l’ultima indulgenza di questo lungo periodo natalizio.

Nel nostro assortimento ce ne sono per tutti i gusti, a partire dalle irresistibili dolcezze a base di cioccolato di Venchi. Per non parlare dei biscotti piemontesi de La dolce Langa.

Difficilissimo scegliere fra i tradizionali baci e i golosi biscotti che ricordano proprio quelli della nonna. Se invece preferite delle specialità toscane, potete scegliere fra le varie tipologie di cantucci di Marabissi, il classico tradizionale, quello ai pistacchi fino ad arrivare al ricco e goloso ricoperto di cioccolato. Senza dimenticare l’originale biscotto di Prato di Desideri, in tante tentatrici varianti. D’altronde, come si può resistere al vero biscotto di nome e di fatto, ossia cotto due volte?

E perché non inserire anche qualche piccolo attrezzo da cucina con cui potersi divertire preparando dei biscotti o i dolci che preferite. Dei veri MUST HAVE per un appassionato di dolci. Un esempio? Le colorate spatole da cucina o le fruste realizzate in materiale diversi in base all’uso.

E se proprio non riuscite a resistere dal tenervi lontani dalla cucina anche per il giorno della Befana, vi diamo la ricetta dei befanini, i colorati biscotti della tradizione toscana, da preparare velocemente in casa vostra e da mettere nella vostra calza … opps… guantone della Befana.

Cosa mettere nella calza della Befana : i biscotti della Befana

Ingredienti:

  • 250 g. farina 00
  • 150 gr. zucchero semolato
  • 75 gr. burro morbido
  • 1 + ½ uovo leggermente sbattuto
  • 50 gr. latte
  • ½ cucchiaio di rum o altro liquore a scelta
  • zeste di ½ arancia grattugiata
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • codette di zucchero colorate

Preparazione

Setacciare la farina con il sale e il lievito. In una grossa ciotola, unirvi lo zucchero, le uova leggermente sbattute e il burro morbido. Mescolare con le fruste sino ad ottenere un composto omogeneo.

Mescolando con una spatola, quindi unire il rum, la scorza di agrumi grattugiata e il latte, aggiungendone tanto quanto ne occorre per ottenere un impasto non troppo morbido.

Lavorare bene il composto fino a ottenere una consistenza soda ma malleabile, umida ma non appiccicosa.

Formare un panetto e far riposare in frigorifero per un’ora.

Stendere l’impasto con il mattarello su un piano infarinato, non troppo sottilmente (deve essere di circa 5-7 mm. di spessore). Stampare le forme a piacere (stelle, scarponi, omini o i classici tondi … date libero sfogo alla vostra fantasia) e adagiarle su una teglia foderata di carta da forno e unta di burro.

Spennellare i biscotti di uovo e cospargerli con le codette colorate. Infornare a 180°C per circa 20 minuti.

Sfornare i biscotti quando cominciano a dorare e farli raffreddare su una gratella. Conservarli in una scatola di latta. O inserirli nel guantone ( calza ) della befana.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.