pentole in ghisa berndes fabio zanetello

I vantaggi delle pentole in ghisa

Dopo anni in cui l’antiaderente l’ha fatta da padrone, in cucina si stanno riscoprendo materiali più come, il ferro, la terracotta e la ghisa. Le pentole in ghisa sono molto resistenti, trattengono perfettamente il calore, lo diffondono lentamente e lo distribuiscono in modo omogeneo.

DSC_0110

Questa capacitò le rende perfette sia per cotture alla piastra che per cotture lunghe a fuoco basso. In questo secondo caso utilizzandole risparmiamo energia: le pentole di ghisa consentono di spegnere in anticipo il fornello e concludere la cottura degli alimenti a fuoco spento.

La ghisa distribuisce molto bene il calore quindi possiamo usare fiamme piccole o decentrate rispetto alla pentola (fuori fuoco), senza che questo influenzi la cottura.

Quando acquistiamo una pentola in ghisa dobbiamo stare molto attenti alle finiture: se non ha rivestimenti superficiali contro la corrosione, va periodicamente scaldata e strofinata con olio. Se invece ha un rivestimento antigraffio, come quello delle pentole di Berndes, è praticamente indistruttibile. In linea generale le pentole di ghisa non amano gli shock termici, quindi evitate, ad esempio, di metterla sotto l’acqua quando ancora calda.

La particolarità delle casseruole di ghisa di Berndes è nel coperchio: concavo all’esterno, grazie ai suoi tre anelli concentrici, convessi all’interno, favorisce la caduta dei vapori a “goccioline‐effetto pioggia” sui cibi che mantengono così una buona umidità. Se poi si mettono dei cubetti di ghiaccio sul coperchio (non c’è dispersione d’acqua, proprio per la forma concava), il risultato è addirittura moltiplicato.

Le pentole in ghisa di Berndes sono adatte a tutti i piani cottura: gas, ceramica elettrica, alogeni, vetro, induzione.

Della linea in ghisa di Berndes:

casseruola con coperchio ø cm. 20, 24

casseruola ovale con coperchio cm. 28

bistecchiera cm. 23 x 23

Sabato 11 febbraio, presso il Centro casalinghi Dal Toscano, lo chef Fabio Zanetello ha preparato tre piatti della cucina lombarda, rivisitati secondo il suo modo di cucinare, con le pentole in ghisa di Berndes, mostrando ai partecipanti quanto siano versatili e funzionali.

DSC_0079

CLICCA QUI per scaricare il libretto e scopri tutte le ricette!

 

Lascia un commento